È necessario modificare il PAQE

Condividi su:

Mi dispiace constatare che il titolo fatto oggi da L’Arena faccia sembrare che tra gli ambientalisti e la politica urbanistica della giunta si sia trovato un sostanziale accordo, convergendo sull’impossibilità di modificare le scelte del PAQE. Affermazione non corretta, infatti è possibile cambiare il piano regionale, basandosi sui cambiamenti socio-economici avvenuti dal momento in cui era stato redatto a oggi. La trasformazione della ZAI che ha provocato l’attuale alto numero di aree industriali dismesse da ristrutturare, la necessità di non consumare altro suolo verde e la presenza di molti centri logistici in progetto e già realizzati nelle aree limitrofe alla Marangona, sono argomenti da utilizzare per le modifiche del PAQE.

Inoltre, nell’Accordo tra Comune, Provincia e Consorzio ZAI, ci sono degli errori procedurali che andrebbero verificati.

Indubbiamente, l’assessora Bissoli ha sfruttato abilmente il comunicato delle tre associazioni (WWF, Legambiente e Italia Nostra) che, a mio parere, è ambiguo, poco efficace e troppo “diplomatico”. Questa evitabile scivolata mette Veronapolis in una posizione difficile. Se continuiamo, come sarebbe giusto, a portare avanti le nostre istanze, c’è il pericolo di essere presentati come coloro che contrastano la posizione delle tre associazioni e rompono il movimento, ma se ci accodiamo, si rischia che il nostro territorio sia cementificato in alcune delle sue aree più fragili come il Nassar di Parona, altra zona edificabile per il PAQE.

Personalmente, come coordinatore di Veronapolis, ritengo sia giusto, per il bene della nostra città, proseguire con le nostre proposte, e non evitare le contestazioni ad un modo di pianificare che poco si discosta da quello delle amministrazioni precedenti.

È un nostro preciso dovere tentare di evitare l’ennesimo sfregio al nostro povero ambiente.

Giorgio Massignan (coordinatore Veronapolis)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *