Lettera al soprintendente

Condividi su:

Egregio Dottor Fabrizio Magani,
quale cooordinatore dell’Osservatorio Territoriale Veronapolis, le segnalo la scandalosa situazione in cui è stato ridotto l’anfiteatro romano di Verona, l’Arena.
Pur comprendendo l’importanza che riveste per la città e la sua economia l’ utilizzo dell’antico monumento per ospitare spettacoli lirici e non solo, risulta del tutto inaccettabile che l’intera piazza Bra venga brutalizzata da strutture varie, baracche di metallo ed altri elementi a servizio dei prossimi spettacoli lirici.
Quell’accozzaglia disorndinata di lamiere, oltre a ledere l’equilibrio di un contesto architettonico formatosi nei secoli e che racchiude la storia della città, impedisce la corretta percezione dell’Arena, riducendola ad un volgare contenitore per eventi musicali e/o sportivi.
Con la presente, chiedo cortesemente il suo competente intervento per bloccare l’ennesimo grave danno alla cultura della città e ai suoi monumenti.

Giorgio Massignan (Coordinatore Veronapolis)

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *